Blog Le Faremo Sapere Formazione

Tutti durante le lezioni di filologia dantesca abbiamo partorito delle idee che avrebbero dovuto cambiarci la vita. In alcuni casi è successo davvero.

Dare ripetizioni, il mestiere più antico del mondo

“Lezioni private” è una voce immancabile nel cv di ogni letterato, primo strumento della tanto sperata indipendenza economica. Dare ripetizioni, però, si può rivelare un’avventura piena di insidie, tanto da chiamare in causa Cassandra, Re Mida e Pigmalione. L’articolo di Elena Roveri Nel curriculum di ogni letterato, immancabile è la voce “lezioni private”, forche caudine della carriera intellettuale e sperato strumento di indipendenza economica. D’altronde, ogni giovane martire degli studi letterari sa che dovrà misurarsi, nella propria vita terrena, con un discreto numero di malcapitati liceali, per guadagnarsi un posto di rispetto nel paradiso degli umanisti. In attesa di conversare…

Cameriera-letterata-romanzo-formazione

Nell’attesa di poter vivere della propria passione, spesso i letterati hanno bisogno di ulteriori entrate economiche per mantenersi. La cameriera-letterata diventa così la più classica delle protagoniste di un Bildungsroman, tra comande sbagliate e bicchieri rotti. L’articolo di Greta Olivo Come sostiene Emma Morley, protagonista del romanzo One day di David Nicholls, tutti coloro che lavorano come camerieri hanno un trattino: cameriere-trattino-artista, cameriere-trattino-attore, cameriere-trattino-scrittore. Alludendo alla debolezza dei sogni a cui si aggrappano coloro che sperano di poter fare della loro passione un lavoro, anche la stessa Emma ha bisogno di una misera entrata nell’attesa di poter sfruttare le sue…

MAD messa a disposizione insegnare a scuola

Finita l’università, siamo davvero pronti a realizzare il nostro sogno di diventare insegnanti? MAD, FIT, UDA, GPS: forse mancava un corso L2 di birmano sul piano di studi. Questa è la storia di una formazione che non vi racconterà nessun manuale, solo la nostra Laureata.L’articolo di Michela Casadio Cooperative Learning Ho sempre fatto parte di quel gruppetto di illusi che a Lettere sapeva già che lavoro voleva fare da grande. Perciò, qualche settimana dopo la laurea (e sono stata generosa con me stessa, il baratro della nullafacenza si apriva vorace sotto i piedi scalzi), continuando a illudermi, decido di arrabattarmi…

lista della spesa antica

Dall’antica Grecia alla mia tesi di laurea, una lista della spesa ha fatto un lungo viaggio per confermarmi ancora una volta come ogni testo riveli qualcosa della mente umana. Dalla sezione FormazioneL’articolo di Arianna Perna Tra le domande più frequenti che mi hanno fatto, in quanto studentessa di Lettere (Classiche, oltretutto), è stata: “Ma quindi Dante è mai uscito con Beatrice?” Oppure: “Ah, studi anche come facevano la lista della spesa degli antichi greci?”. Quesiti a cui rispondevo con immense ed approfondite riflessioni, per disincentivare il curioso interlocutore dal farmi ulteriori domande che non gli avrebbero di certo dato altro…

Laurea in lettere: una cosa da orchi affamati

Dopo cinque anni bellissimi passati ad assecondare la sete di conoscenza la consapevolezza inizia a prendere spazio: la laurea in lettere ci ha trasformati in cacciatori in cerca di umanità e di impossibili risposte a domande esistenziali. L’articolo di Nicola Fazioni È una sera qualunque, sei seduto in uno di quei bar (neanche troppo carini in fondo) che dà sulla piazza principale della città. Sopra di te il cielo stellato, dentro di te la legge morale, attorno a te qualche amico, davanti a te… uno spritz.  Dietro allo spritz è in corso una vivace discussione fra un medico e un…

guida al primo romanzo studente lettere

Spesso è difficile capire cosa valga la pena provare a pubblicare. Ecco quindi una “Casistica del primo romanzo da studente in Lettere” In qualche modo, ho sempre pensato di poter scrivere un romanzo. Non rileva il fatto che ancora non ci sia riuscito. Negli anni di Lettere ho visto colleghi autoprodursi nelle copisterie di via Zamboni, intercettare l’interesse di quelle case editrici che stampano a botte di 100 libri, uno o due arrivare anche alle Grandi, che pubblicano libri “seri”. Mai una volta che tu riesca a guardarli con ammirazione, piuttosto vai a cercare la magagna. Io a Lettere ci…